domenica 10 febbraio 2013

Getting it out there

Negli ultimi tempi mi sono accorto di aver scritto davvero molte cose, da capitoletti sparsi di storie che mai finirò, a piccoli raccontini autoconclusivi.
Per quanto io non sia un autore pubblicato, scrivere è la cosa che mi aggrada di più: la soddisfazione del mettere la parola FINE in fondo ad un documento di testo è incredibilmente appagante.

Ora, se continuassi di questo passo finirei per scrivere un post melenso e romantico su quanto ami mettere le parole su carta, e non lo voglio fare per i seguenti motivi:

  • potete leggere post del genere ovunque;
  • i post che troverete online saranno sicuramente scritti meglio di questo;
  • il mio sarebbe incredibilmente noioso e non credo vogliate leggere qualcosa del genere. Inoltre non ho la minima voglia di scriverlo.
Quindi no, non scriverò un post sulla scrittura. Semplicemente, sono qui per proporvi un problema, una domanda. Tale domanda mi affligge ormai da tempo.


Io vorrei spargere le mie creazioni nell'etere. Ora, a 19 anni, sento il bisogno di rendere partecipi i miei followers in questo viaggio che fino ad ora mi ha dato un sacco di soddisfazioni.
Avere un sacco di prompt e capitoli sulla mia chiavetta è sicuramente bello, ma vorrei poterli condividere con il mondo, e ricevere, possibilmente, critiche.
Tempo fa ho iniziato a scrivere un racconto, chiamato Palla 8, con l'intenzione di volerlo pubblicare su Amazon in formato ebook, convinto che fosse cosa semplice e fattibile da tutti; ecco, beh, non lo è. Il racconto, incompleto, siede nel mio hard-disk, aspettando di essere concluso e condiviso. Ma che posso fare? Qual è il modo migliore per poter lanciare queste mie piccole storie?

Potrei creare post appositi, e lasciare un download con file pdf, epub e mobi, ma ho paura di certe conseguenze. Forse sono troppo protettivo, forse dovrei distaccarmi dall'idea dei miei racconti come quella di bambini partoriti da me, eppure non riesco a non contemplare il caso in cui un ladro dovesse impadronirsene. Ho paura che qualcuno rubi i miei file, le mie idee, nonostante non siano grandiosi file o brillanti idee; in ogni caso, e di questo non ho dubbi, ci ho buttato il sangue.

Potrei metterli online su uno dei tanti siti che permettono di creare veri e propri sfoglialibri, ma il sistema mi è sempre parso abbastanza macchinoso e vorrei condividere le mie storie con il maggior numero di persone tramite questo blog, lasciando che i miei possibili lettori leggano seduti al pc, oppure sul proprio lettore ebook. Escludo lo sfoglialibro a priori.

Quindi mi rivolgo a voi, cari amici. Ammesso e non concesso che vi interessi leggere i miei racconti, cosa potrei fare? Qual è il modo migliore per pubblicare dei racconti senza dovermi preoccuparmi assiduamente delle possibilità peggiori?
Mi affido a voi sperando che qualcuno abbia la risposta che cerco. Io sono emozionato ed agitato all'idea che qualcuno possa, in modo totalmente casuale, inciampare qui sul blog e trovare qualcosa di mia creazione. E se riuscissi a donare un sorriso a questo qualcuno tramite una storia o un personaggio, allora ne sarei sicuramente felice.

EDIT: mi sono dimenticato di dirvi che un mio racconto è stato effettivamente pubblicato, lo scorso autunno, sul fidato blog Sangue d'Inchiostro. Collaboro con tale blog già da un po' di tempo, e per lo speciale di Halloween ho avuto la possibilità di scrivere un racconto a tema. Un po' horror, ma molto divertente.
Lo potete trovare qui. Si chiama Punch :)

3 commenti:

  1. beh io una soluzione non ce l'ho. Ma appena la trovi informami perché abbiamo lo stesso identico problema. Si potrebbe creare una sorte di "mondo dei lettori" dove gli autori potrebbero scrivere i post pubblicando i propri racconti in stile blog...ma non saprei. Fammi sapere ;)

    Martin

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In verità, la questione è un po' diversa. Il mio desiderio di condividere è legato al poter avere un "nome" e poter essere sempre ricondotto a questo blog. Vorrei cercare di creare una sezione, qui sul blog, in cui trovare i miei vari scritti — ma la possibilità di non poter garantir loro la giusta sicurezza mi terrorizza.
      Son sicuro che siti in cui scrittori pubblicano le proprie opere inediti già ci siano. Mi vengono in mente EFP (ma si tratta di un concetto leggermente diverso) e Wattpad.

      Elimina
    2. Io ti avrei consigliato EFP, ma non credo che sia ciò che cerchi. Non saprei...

      Elimina